Search
  • Gianluca Reale

Tourism, the vouchers "take 3 pay 2" to come to Sicily, the councilor Messina: «Ready from June 15th


«We are working to build the platform for vouchers, we hope to be ready for June 15». The Councilor for Tourism, Sport and Entertainment of the Sicilian Region, Manlio Messina, is working to follow up on the provisions of the regional financial law, published yesterday in the official journal. The machine to make «cards and vouchers» operational - the Region has "invented" and included them in the stability law - is already in motion. Paragraph 12 of art. 10, in fact, authorizes the Department of Tourism for expenditure of 75 million euro for «the advance purchase of packages of tourist services, including entrance tickets to museum and monumental poles, by operators and professionals in the sector, hotel accommodation and extra hotels, agritourisms, travel agencies and tour operators, tourist guides registered in the lists, tour guides, cooperatives and tourism companies». Messina, Is the 75 millions fund already available to you? «They are POC funds that we have already assigned to the Sicilian Region, we just have to do the internal remodeling because they were destined for something else».

What is the voucher mechanism? «We will give a liquidity base to all operators in the sector because we will buy nights, guided tours, entrances, air tickets and then we will give vouchers to travel agencies and tour operators to promote this opportunity to come to Sicily with a night of stay, a entrance to the archaeological park, a guided tour and so on, "offered" by the Region. It is an offer of the type take 3 pay 2, because those who take the hotel voucher, for example, will have to stay at least two more nights at their expense».


So multiplier effect. «In Sicily there are about 200,000 beds, the Region will buy them all for three nights. But for each night we will guarantee two more nights thanks to the voucher mechanism. It's not an entire season, of course, but let's create a basis for starting again. And then, whoever buys the voucher may come with the family, will spend in the related industries». Will this also work for other operators in the sector? «From 1,100 official tourist guides, for example, we will buy a total of visits for each. We are currently studying all the hypotheses to quantify the contribution for each category. We will also do this for airline tickets. There will soon be a decree with the guidelines». Will resources be enough for everyone? «We shouldn't have any problem because we know what the basis is, from which we started. When we will make the public announcement, no one should be left out».



(ITA) Turismo, i voucher "prendi 3 paghi 2" per venire in Sicilia, l'assessore Messina: «Pronti dal 15 giugno»


«Siamo al lavoro per costruire la piattaforma per i voucher, contiamo di essere pronti per il 15 giugno». L’Assessore a Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, Manlio Messina, è al lavoro per dare seguito a quanto previsto dalla legge finanziaria regionale, pubblicata ieri in gazzetta ufficiale. La macchina per rendere operativi «card e voucher» che la Regione ha “inventato” e inserito nella legge di stabilità è già in moto. Il comma 12 dell’art. 10, infatti, autorizza l’assessorato alla spesa di 75 milioni di euro per «l’acquisto anticipato di pacchetti di servizi turistici, ivi compresi i ticket di ingresso a poli museali e monumentali, da operatori e professionisti del settore, strutture ricettive alberghiere ed extra alberghiere, agriturismi, agenzie di viaggio e tour operator, guide turistiche iscritte negli elenchi, accompagnatori turistici, cooperative e imprese turistiche».


Assessore, Il fondo da 75 milioni è già nelle vostre disponibilità?

«Sono fondi POC che abbiamo già assegnati alla Regione Siciliana, dobbiamo solo fare la rimodulazione interna perché erano destinati ad altro».


Qual è il meccanismo dei voucher?

«Daremo una base di liquidità a tutti gli operatori del settore perché acquisteremo notti, visite guidate, ingressi, biglietti aerei e poi daremo i voucher ad agenzie di viaggio e tour operator per promuovere questa opportunità di venire in Sicilia con una notte di soggiorno, un ingresso al parco archeologico, un tour guidato e così via, “offerti” dalla Regione. E’ un’offerta del tipo prendi 3 paghi 2, perché chi prende il voucher per l’albergo, per esempio, dovrà pernottare almeno altre due notti a sue spese».


Quindi effetto moltiplicatore.

«In Sicilia ci sono circa 200mila posti letto, la Regione li comprerà tutti per tre notti. Ma per ogni notte ne garantiremo altre due grazie al meccanismo del voucher. Non è una stagione intera, ovvio, ma creiamo una base per ripartire. E poi, chi compra il voucher magari verrà con la famiglia, spenderà nell’indotto».


Funzionerà così anche per gli altri operatori del settore?

«Dalle 1.100 guide turistiche ufficiali, ad esempio, compreremo un tot di visite per ciascuna. Al momento stiamo studiando tutte le ipotesi quantificare il contributo per ogni categoria. Lo faremo anche per i biglietti aerei. Ci sarà presto un decreto assessoriale con le linee guida».


Basteranno le risorse per tutti?

«Non dovremmo avere problemi perché sappiamo qual è la base da cui siamo partiti. Quando faremo l’avviso pubblico nessuno dovrà rimanere escluso».