Search
  • Redazione

Coronavirus, in Sicilia 29 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, 5 sono migranti

In calo il numero dei nuovi positivi al coronavirus in Sicilia. Secondo i dati diffusi dal ministero della Salute, nelle ultime 24 ore sono stati 29 i nuovi casi di Covid19 registrati nell'Isola, cinque di questi sono migranti.


Nel complesso sono 70 i ricoverati. Casi che portano a 1.084 gli attuali positivi nell'isola, 1.004 dei quali in regime di isolamento domiciliare. Sono stati eseguiti 2.872 tamponi che portano il totale a 334.982 di tamponi eseguiti dall'inizio dell'epidemia. Resta fermo a 286 il totale delle vittime dell'epidemia nell'isola. Sono 3 i pazienti guariti.La divisione fra le province: 3 Agrigento, 3 Catania, 5 Messina, 6 Palermo, 5 Ragusa, 3 Trapani, 2 Siracusa, 2 Enna.


IN TUTTA ITALIA. Contagi in lievissimo calo anche in tutta Italia: sono 1.444 (contro i 1.462 di ieri) nelle ultime 24 ore. Una sola vittima, invece, dopo le 9 di ieri. Nuovo record dei tamponi che sfiorano quota 100 mila (sono 99.108). Anche oggi nessuna regione fa registrare zero nuovi casi nelle ultime 24 ore. In testa per positivi trovati di nuovo la Lombardia con 289, seguita dalla Campania con 188, dal Lazio con 171, a 151 il Veneto, Emilia Romagna a 149. La Toscana ne fa registrare 92, il Piemonte 90, la Sardegna 70, la Puglia 65.

I pazienti in terapia intensiva salgono di 5 unità fino a 79, il secondo giorno consecutivo di aumento dopo l'incremento di 7 di ieri. I ricoverati con sintomi calano invece di 10 unità (1.168), aumentano di 126 i pazienti in isolamento domiciliare (21.909 il totale).


SI VALUTANO TAMPONI PER CHI VA E VIENE DA FRANCIA E SPAGNA. Intanto, la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, a Rainews24 ha detto che «c'è già un'interlocuzione avviata con il ministro della Salute, Roberto Speranza con il governo francese. Si sta valutando il tema della reciprocità. Non solo con la Francia, lo si sta immaginando anche con la Spagna, cioè tamponi di controllo in andata e uscita. Io credo che questa possa essere una scelta che tutela".

Data la situazione, la sottosegretaria, ha lanciato un «appello agli italiani a scaricare la app immuni, serve a voi prima di tutto perché è tutelante della propria salute. Sapere con tempestività di essere venuti a contatto con un positivo significa mettersi in sicurezza».