Search
  • Redazione

Weddings and ceremonies in Sicily restart from June 3rd


Try to restart the sector of weddings and ceremonies, brought to its knees by the lockdown caused by the coronavirus emergency. While President Musumeci has announced that in the ordnance he is about to sign, he plans to restart the wedding and catering sector from next June 3, the Pd group presents a law proposal to the Sicilian regional assembly to provide aid to companies in the sector, left out of the provisions of the regional financial law. Positive signs for a sector that has repeatedly asked to be able to start again in compliance with the rules, as also documented by Siciliannews. At the Regional Assembly, the parliamentary group of the Democratic Party presented the law proposal "Economic support for companies operating in the sector of organizing events, parties and ceremonies, so-called wedding planner", the first signer was the deputy Michele Catanzaro, vice-president of the Ars Production Commission. The proposal "provides financial support for businesses and sole proprietorships in the sector, which intends to provide regulatory tools to organize and promote what must become a driving force for our economy". The law proposal provides for a non-refundable contribution of up to € 30,000 intended to cover the costs incurred for rental and utilities for the whole of 2020 for companies and sole proprietorships operating in the sector.


"In recent years - Catanzaro says - a real 'industry' has developed in Italy and especially in Sicily that revolves around the organization of weddings but also of other ceremonies such as baptisms, first communions or graduations. The 'wedding planner' sector is transversal and involves various activities and professional figures such as, for example, restaurateurs, florists, photographers and video operators, hoteliers, location owners and managers, producers of ceremonial clothes, beauty centers, printers, private transport operators, travel agents. To these are added the owners of specialized commercial activities, up to specific segments of the world of publishing and advertising promotion". "We have already started a discussion, which we will carry out in the Production Activities Committee at the Regional Assembly, with entrepreneurs and representatives of associations and companies that in various capacities revolve around the wedding. Beyond the economic contribution that may prove fundamental to overcome the current emergency - Catanzaro concludes - we intend to integrate the law proposal with rules that can promote, regulate and enhance the sector".



(ITA) Matrimoni e cerimonie, in Sicilia si riparte dal 3 giugno


Prova a ripartire il settore dei matrimoni e delle cerimonie, messo in ginocchio dal lockdown causato dall'emergenza coronavirus. Mentre il presidente Musumeci ha annunciato che nell'ordinanza che sta per firmare prevede di far ripartire il settore dei matrimoni e del catering dal prossimo 3 giugno, all'Assemblea regionale siciiiana il gruppo del Pd presenta un disiegno di legge per fornire aiuti alle imprese del settore. Rimaste fuori dai provvedimenti della legge finanziaria regionale. Segnali positivi per un settore che più volte ha chiesto di poter ripartire nel rispetto delle regole, come documentato anche da Siciliannews.


All'Assemblea regionale, il gruppo parlamentare del Pd ha presentato il disegno di legge “Sostegno economico alle imprese operanti nel settore dell’organizzazione di eventi, feste e cerimonie, c.d. wedding planner”, primo firmatario il deputato Michele Catanzaro, vicepresidente della commissione Attività produttive dell’Ars. Il disegno di legge «prevede un sostegno economico rivolto alle imprese e alle ditte individuali del settore, e che intende fornire strumenti normativi per organizzare e promuovere quello che deve tornare ad essere un volano per la nostra economia».


Il disegno di legge prevede un contributo a fondo perduto fino a 30 mila euro destinato a coprire i costi sostenuti per canoni di locazione e utenze per tutto il 2020 per le imprese e le ditte individuali operanti nel settore.

“Negli ultimi anni – afferma Catanzaro - si è sviluppata in Italia e soprattutto in Sicilia una vera e propria ‘industria’ che ruota attorno all’organizzazione dei matrimoni ma anche di altre cerimonie come battesimi, prime comunioni o lauree. Il settore del ‘wedding planner’ è trasversale e coinvolge diverse attività e figure professionali quali, per esempio, ristoratori, fiorai, fotografi e video-operatori, albergatori, proprietari e gestori di location, produttori di abiti da cerimonia, centri estetici, tipografi, operatori del trasporto privato, agenti di viaggio. A questi si aggiungono i titolari di attività commerciali specializzate, fino ad arrivare a segmenti specifici del mondo dell’editoria e della promozione pubblicitaria».


«Abbiamo già avviato un confronto, che porteremo avanti in commissione Attività produttive all’Ars, con imprenditori e rappresentanti di associazioni ed imprese che a vario titolo ruotano attorno al wedding. Al di là del contributo economico che può rivelarsi fondamentale per superare l’attuale emergenza – conclude Catanzaro – intendiamo integrare il disegno di legge con norme che possano promuovere, regolamentare e valorizzare il settore».

Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com